Ubuntu non è democratica.

 :: GNU/Linux :: News

Andare in basso

Ubuntu non è democratica.

Messaggio Da Slack il Mer Mar 24, 2010 8:11 pm

Il proseguire della polemica sul nuovo posizionamento dei pulsanti in Metacity ha portato Mark Shuttleworth ad esprimersi in maniera estremamente chiara sulle regole che riguardano lo sviluppo di Ubuntu

This is not a democracy. Good feedback, good data, are welcome. But we are not voting on design decisions.
Che significa pressappoco

Questa (Ubuntu, NdR) non è una democrazia. Feedback validi sono ben accetti ma non ci saranno votazioni sulle questioni che riguardano il design.
Prima di arrivare a questa conclusione, Shuttleworth ha anche ricordato che

We all make Ubuntu, but we do not all make all of IT. In other words, we
delegate well. We have a kernel team, and they make kernel decisions.

You don’t get to make kernel decisions unless you’re in that kernel
team. You can file bugs and comment, and engage, but you don’t get to
second-guess their decisions.
Il cui senso può essere ritrovato nel concetto di delegare e affidarsi a persone competenti: ogni sviluppatore di Ubuntu si è guadagnato la posizione per i suoi meriti e le sue competenze, non per il semplice partecipare.

Per gli antichi greci si sarebbe trattato di aristocrazia, per Shuttleworth di meritocrazia ma l’idea base resta la stessa: le persone migliori sono quelle che devono prendere le scelte importanti, le altre possono impegnarsi (per diventare migliori) e collaborare in maniera costruttiva.

Nonostante le parole del patron di Ubuntu abbiano lasciato basiti numerosi utenti, blogger e simpatizzanti non si tratta di idee rivoluzionarie: il mondo del software libero/aperto ha sempre seguito la stessa legge. In fondo, se una persona non fosse d’accordo con la direzione presa da un progetto, potrebbe sempre crearne un fork, o no?

Fonte: oneopensource

_________________

http://fluxbox.it
avatar
Slack

Messaggi : 248
Data d'iscrizione : 14.09.09
Località : /home/slack

Visualizza il profilo http://linux.forumattivo.eu

Torna in alto Andare in basso

Re: Ubuntu non è democratica.

Messaggio Da floatman il Mer Mar 24, 2010 8:30 pm

Beh, io non mi meraviglio assolutamente della cosa a dire la verità.
Canonical pubblicizza Ubuntu come se fosse una Debian, poi è normale che l'utenza percepisca che è una comunità libera, in realtà è un progetto che ha una casa e un indirizzo preciso.
In fondo, se una persona non fosse d’accordo con la direzione presa da un progetto, potrebbe sempre crearne un fork, o no?
ehmmmm....Ubuntu è un fork di Debian fatto da Canonical, uno non è d'accordo perchè non è libero quanto Debian, quindi dovrebbe forkare Ubuntu per farlo gestire ad una comunità libera???
Sono un po' perplesso Razz

_________________
HP Compaq nx6110; Debian Testing/Squeeze - Fluxbox

avatar
floatman

Messaggi : 844
Data d'iscrizione : 14.09.09

Visualizza il profilo http://myville.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Ubuntu non è democratica.

Messaggio Da Slack il Gio Mar 25, 2010 12:20 am

Infatti ubuntu secondo me non c'entra ormai niente con Debian almeno per quello che riguarda la filosofia.
Dietro ad ubuntu ormai ci sta un grande azienda come la Canonical Neutral

ehmmmm....Ubuntu è un fork di Debian fatto da Canonical, uno non è d'accordo perchè non è libero quanto Debian, quindi dovrebbe forkare Ubuntu per farlo gestire ad una comunità libera???
Anche secondo me sarebbe meglio fare un fork di debian se proprio si vuole fare un fork è inutile fare un fork di un altro fork...

_________________

http://fluxbox.it
avatar
Slack

Messaggi : 248
Data d'iscrizione : 14.09.09
Località : /home/slack

Visualizza il profilo http://linux.forumattivo.eu

Torna in alto Andare in basso

Re: Ubuntu non è democratica.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 :: GNU/Linux :: News

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum